Messaggi chiave rilevanti per tutti i medici prescrittori

messaggi chiave

Cose che potete fare 

1.    Imparare ad attuare tutte le raccomandazioni relative all’uso degli antibiotici e alla prevenzione e al controllo delle infezioni riguardanti la vostra area di specializzazione [consenso di esperti].

2.    Se si notano membri del personale dell’ospedale o della struttura sanitaria che violano le linee guida o i protocolli, chiedere spiegazioni e fornire strumenti affinché capiscano dove stanno sbagliando [69] [consenso di esperti].

3.    Essere a conoscenza dei pattern locali di resistenza agli antibiotici nel vostro reparto, ospedale e territorio [31] [consenso di esperti]. 

4.    In caso di dubbio, prima di prescrivere un antibiotico, dovreste [25,26,53,70] [consenso di esperti]:
•    controllare i dati epidemiologici locali, regionali e nazionali;
•    chiedere indicazioni e consigli a un collega più esperto o a un membro del team di stewardship antibiotica.

5.    Assicurarsi che i campioni per gli esami colturali siano prelevati in modo adeguato e siano inviati al laboratorio di microbiologia prima di iniziare la terapia antibiotica [31,42,70,71].

6.    Iniziare il trattamento antibiotico solo se vi sono dati che confermino la presenza di un’infezione batterica e non trattare la colonizzazione [31,72].

7.    Evitare una profilassi antibiotica inutile [31,73].

8.    Nei pazienti con infezioni gravi iniziare un trattamento antibiotico efficace quanto prima [31,74]. 

9.    Documentare nella cartella clinica del paziente l’indicazione al trattamento antibiotico, la scelta farmacologica, il dosaggio, la via di somministrazione e la durata del trattamento [31,42,70,71]. 

10.    Partecipare regolarmente a corsi di formazione e riunioni che supportino in ospedale l’attuazione di: a) uso prudente degli antibiotici; b) linee guida locali evidence-based in materia di antibiotici; c) misure di prevenzione e controllo delle infezioni [52,53].

11.    Rispondere alle seguenti domande chiave quando si effettua una nuova valutazione della terapia antibiotica dopo 48-72 ore (o non appena i risultati microbiologici sono disponibili) [42,70]: 
Il paziente ha un’infezione che risponderà agli antibiotici?
Se sì:
i.    Il paziente è sottoposto a una terapia antibiotica corretta, la dose è appropriata e la via di somministrazione è corretta?
ii.    Per trattare l’infezione, può essere usato un antibiotico con uno spett